martedì 6 maggio 2014

A2A : un compromettente break down di area 0,90€ | Analisi tecnica


Il quadro tecnico di A2A illuminato per mezzo di candele cumulate a 5 sedute, mostra un andamento di periodo maggiormente incentrato sulla debolezza. Il break down del supporto dinamico avvenuto nella prima settimana di aprile, ha compromesso notevolmente il quadro tecnico rialzista desumibile sino a qualche settimana fa. L’estesa black candlestick d’interesse ha funto da conferma ribassista della precedente bearish belt hold line apparsa sui massimi annui, nella metà di marzo. Il crollo cumulato di circa 10 punti percentuali ha infatti innescato un sell – off che potrebbe proseguire anche nelle settimane prossime venture.

Analisi tecnica di A2A

Gli ex – supporti dinamici ascendenti al momento, sono solo un bel ricordo per coloro che hanno sfruttato correttamente tali livelli per porre in essere una contestuale operatività sulla debolezza. L’ultimo ritorno dei prezzi verso l’ex supporto dinamico inferiore, si è infatti risolto con un break down che ha contestualmente innescato una fase di lateralità dei prezzi di A2A, a ridosso di un supporto labile di mid – range, sito in area [0,87€ - 0,90€]. La successione di candele dal real body compresso, ha attivato l’impaction test il che significa che verosimilmente il titolo A2A è entrato in una fase di compressione contestuale ad una riduzione significativa dei volumi di contrattazione.


A2A : il quadro tecnico di periodo si è incrinato

I prezzi di A2A sostano sul supporto statico di area [0,87€ - 0,90€]

Operatività su A2A

Al momento, chi è flat sul titolo farebbe bene ad evitare qualsiasi investimento di posizione dato che A2A attualmente non possiede i requisiti necessari per impostare un’operatività rialzista, tantomeno ribassista. Solo e soltanto un deciso affondo del supporto statico di area 0,80€ potrebbe avvalorare la tesi di quanti abbiano un outlook e quindi una propensione short ma fino a quel momento, in un ottica di medio periodo, il titolo presenta una – seppur peggiorata – inclinazione rialzista. Nel breve periodo invece, se l’attuale fase di compressione dovesse sfociare in un sell – off, il target di area 0,80€ potrebbe rappresentare un valido livello target ribassista. Il titolo A2A il 23 giugno, stacca un dividendo di 0,033€ per azione; ai prezzi correnti il dividend/yield è pari al 3,76%.

(© riproduzione riservata)