giovedì 15 maggio 2014

Fiat : prezzi in picchiata verso il test di area 7.20€| Analisi tecnica


Buongiorno e ben trovati al consueto appuntamento giornaliero con l’analisi tecnica dei principali quadri operativi riferibili ai titoli quotati sulla borsa italiana. Quest’oggi ho il piacere di riprendere un’analisi relativa al titolo Fiat i cui prezzi – come presumibile e già indicato nell’analisi : Fiat : un quadro tecnico tutto da rifare – sono in picchiata verso il test di area 7.20€. Ad ogni modo torno a ribadire che le mie analisi non hanno alcun fine predittivo ma semplicemente sono l’unione  dell’evidenza empirica dei mercati con l’esperienza tecnica accumulatasi negli anni; c’ è sempre da considerare un margine di soggettività e di errore ma tuttavia, in taluni contesti, è abbastanza semplice individuare correttamente quello che sarà lo scenario tecnico più probabile tra i possibili.

Aggiornamento del quadro operativo

Il downside gap delineatosi il 7 maggio scorso, ha squarciato letteralmente il quadro tecnico di Fiat obbligando noi analisti, ad individuare nuovi livelli tecnici ed operativi, in accordo con il sentment mutato del mercato. Il downside gap, sancì anche il break down del supporto di area 7.70€, con una chiusura daily che si attestò in area 7.50€. Considerando quindi il sentment ribassista di periodo ed i nuovi livelli tecnici e statici apprezzabili sul grafico daily sottostante, è stato possibile spezzare una lancia in favore al raggiungimento del supporto di area 7.20€ anziché auspicarsi un ritorno sostenibile dei prezzi, al di sopra della corrente barriera over the market, di area 7.70€. In un siffatto quadro tecnico quindi, l’operatività di medio – lungo periodo dovrebbe essere correntemente impostata al ribasso e bisognerebbe evitare di considerare questi marcati sell – off, come delle occasioni d’acquisto sulla debolezza; basti pensare che un break out del supporto corrente, avrebbe come principale area target di periodo, il sostegno statico e storico sito sui 6.50€ €

analisi tecnica fiat
Fiat : prosegue il sell - off verso aree di prezzo under the market

La storia si ripete

Saipem, Tod’s e recentemente Azimut…cos’hanno in comune questi titoli con il quadro tecnico di Fiat analizzato poco fa? Basta consultare una rappresentazione storica dei prezzi (diciamo a due anni) per osservare che, volente o nolente, la storia si ripete in modo più o meno simile, ovviamente con tempistiche e sfumature differenti. Ma il fattore comune dei crolli che hanno caratterizzato i titoli sopra citati, è insito in un cambiamento di sentment da parte del mercato al quale deve necessariamente  accodarsi una nostra visione oggettiva e non soggettiva del sell – off. Capire ed individuare qual è la corretta operatività contestualizzata in un momento ben definito, sarebbe un grande passo avanti nell’operatività di tutti noi e Fiat potrebbe metterci alla prova nei mesi a venire.
(© riproduzione riservata)