venerdì 12 settembre 2014

Finmeccanica : un break out ancora poco convincente | Analisi tecnica



Il quadro tecnico di Finmeccanica, titolo caldo delle ultime sedute di contrattazioni, presenta un avvincente movimento rialzista a ridosso della barriera statica sita in area 7.40€. Si tratta tuttavia di un livello tecnico la cui importanza è stata posta sotto i riflettori per parecchio tempo e che al momento, in accordo con i dettami dell’analisi tecnica, si appresta ad essere violato per mezzo di un’accelerazione rialzista. Ad ogni modo, data la perseveranza con la quale il mercato ha atteso e testato più volte tale area, ci si sarebbe aspettati in questa settimana di contrattazioni, un break out più convincente accompagnato da un rialzo ben più marcato dei modesti 3 punti percentuali fatti registrare sinora. Al momento il titolo Finmeccanica passa di mano per 7,54€ ad azione quindi siamo modestamente al di sopra del limite di barriera indicato in precedenza ma ad ogni modo tale livello di prezzo non giustifica o meglio non conferma le aspettative del mercato, in merito ad una validazione ben più marcata della forza rialzista di medio – lungo periodo. Con l’ausilio di un quadro tecnico illuminato per mezzo di candele settimanali, andiamo quindi ad osservare la conformazione della serie storica dei prezzi di contrattazione del titolo Finmeccanica, in accordo con quello che  è il sentment rialzista di periodo.


Analisi tecnica

La barriera indicata in precedenza nei pressi di area 7,40€ rappresenta un livello tecnico la cui importanza è assolutamente imprescindibile; basti pensare che sin da inizio anno, il mercato ha tentato più e più volte di infrangere a rialzo tale livello statico, andando a delineare (al netto del break out in corso) una conformazione di triplo massimo, la quale oggettivamente ha lasciato presagire per il peggio. E’ di fine luglio infatti, un’emblematica candela di “arresa” e di tregua dei rialzisti i quali, dinnanzi all’ennesimo tentativo fallito di infrangere la barriera anzidetta, hanno lasciato temporaneamente le redini del mercato alla pressione bearish che aleggiava proprio nei paraggi della fase di compressione  delineatasi nel mese di luglio stesso. Tuttavia, la pressione rialzista di medio – lungo corso ben visibile dal grafico sottostante, ha di fatto colto quello storno di oltre 6 punti percentuali, per ripristinare ancor di più l’elasticità rialzista la quale è stata rilasciata pian piano in modo tale da evitare bruschi strappi rialzisti che tanto piacciono ai cacciatori di volatilità. Volatilità che tuttavia è tornata a farsi sentire sul titolo, in maniera oggettivamente contenuta ma che d’altronde ha generato una mole di volumi di contrattazione statisticamente superiore in media ai valori registrati nel mese di agosto.
Finmeccanica è senz’altro uno dei titoli più interessanti del momento; oggettivamente ci si aspettava una maggior convinzione nel break out  che pian piano si sta delineando ma ad ogni modo, il sentment è rialzista ed un completamento del rialzo  potrebbe spingere il titolo sino all’area target sita in area 8,40€. In caso di ritracciamento ovvero di fallacia del mercato di sostenere in modo convincente i prezzi oltre la barriera corrente, area 7€ rappresenta un livello di ancoraggio molto importante, da interpretare sottoforma di supporto statico di medio – lungo corso storico.


Finmeccanica : break out di area 7,40€ in corso


(© riproduzione riservata)


Le analisi e le informazioni presenti in questa pubblicazione sono di proprietà intellettuale di Fabio Brigida, hanno una finalità esclusivamente informativa e non sono da intendersi come un incentivo all’investimento od al risparmio gestito.
Supporta questo blog condividendo le analisi redatte e se vuoi contribuirne al miglioramento puoi farlo, con una libera donazione.